Il Laser a Diodo, l'epilazione definitiva!

CARATTERISTICHE E DIFFERENZE CON LA LUCE PULSATA


FONTE: Britboyla


LE CARATTERISTICHE E VANTAGGI DEL LASER A DIODO


Quali sono le caratteristiche del laser a diodo?

Il laser a diodo produce un fascio di luce molto concentrata e con una lunghezza d’onda ben precisa. Questo fascio di luce è applicato sulla pelle in una frazione di secondo e l’energia prodotta della luce laser è assorbita principalmente dai pigmenti situati intorno alla radice dei peli. In questo modo le cellule che costituiscono i bulbi piliferi sono distrutte selettivamente. Per non danneggiare la pelle con questa energia, il laser presenta una punta raffreddata (circa 5° C). Ciò rende possibile fornire più energia, evitando danni alla pelle. La punta raffreddata, inoltre, fornisce una piacevole sensazione durante il trattamento e limita notevolmente la sensazione pungente causata dal riscaldamento, il che rende l’applicazione facilmente sopportabile. Il laser a diodo può essere utilizzato anche in aree particolarmente sensibili (ascelle e inguine) o per le zone in cui la popolazione pilifera è più densa (barba). Quali sono le differenze tra la tecnologia laser a diodo, l’elettrolisi e luce pulsata? E quali sono i vantaggi? La differenza principale consiste nel fatto che, mentre con l’elettrolisi i peli sono trattati singolarmente, il laser a diodo permette d’intervenire simultaneamente su più follicoli. L’epilazione con il laser, inoltre, è un modo più pratico, meno doloroso e più efficace se si vuole ottenere una depilazione permanente. La luce pulsata, invece, è prodotta da un’emissione di luce a bassa energia e, in termini di risultati, è meno efficace di quella laser perché i suoi effetti hanno una minor tenuta nel tempo. Che tipi di reazione provoca il laser a diodo sul follicolo pilifero? L’azione del laser a diodo comporta principalmente due tipi di reazioni: la completa distruzione del follicolo pilifero e un periodo di riposo durante il quale vi è un notevole rallentamento della crescita dei peli superflui (in base alla zona trattata). Da rilevare che, ogni seduta riduce la quantità di peli del 20% circa e quindi, per realizzare un livello accettabile di epilazione è necessario eseguire più trattamenti (generalmente da 6 a 8 sedute). Quali zone possono essere trattate con il laser a diodo? Fatta eccezione delle sopracciglia e del contorno occhi, il laser a diodo può essere applicato in tutte le parti del corpo. Le zone che più frequentemente richiedono un trattamento con il laser sono: l’inguine, le ascelle, le gambe, la schiena, il collo, il labbro superiore e la fronte. Il trattamento è doloroso? Il trattamento con il laser a diodo provoca un leggero formicolio, sensazione che è generalmente ben tollerata. Nelle zone più sensibili, tuttavia, è possibile applicare una crema anestetica, in modo tale da ridurre possibili fastidi durante il trattamento.

25 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti